Creare un’app, ecco quando la cosa non fa per voi

Servizi come quello di ProntoApp (clicca qui per saperne di più) servono a semplificare la vita della gente, avvicinando sempre di più i grandi colossi di internet a noi piccoli comuni mortali con un’idea di business in testa ma con poche conoscenze tecniche a disposizione. Creare un’applicazione è diventato semplicissimo e già vi abbiamo spiegato quali sono secondo noi i 5 motivi per cui creare un’app per la tua attività è una buona idea, non sempre però affidarsi a questo mondo si rivela una scelta vincente, ma anzi ci sono delle situazioni in cui vi consigliamo assolutamente di lasciar perde. Per questo motivo ecco i 5 motivi per cui creare un’app non è la cosa giusta per voi.

Non avete budget da dedicare al progetto

Al primo posto c’è sicuramente la questione monetaria, molto spesso infatti si sottovaluta questo aspetto pensando di riuscire a diventare ricchi con pochi spiccioli. Creare un’applicazione sostanzialmente non richiede un grosso sforzo economico, quando si parla di piccoli lavori e soprattutto se siete voi a farla in prima persona, ma se veramente avete intenzione di investire in un progetto tenete conto delle spese di gestione, eventuali costi della pubblicità (online e non), e soprattutto fissatevi un tetto massimo da non superare mai.

Non avete tempo

Probabilmente con ProntoApp riuscirete a creare il vostro servizio nel giro di qualche decina di minuti, il lavoro però non finisce certo lì. Un’applicazione va curata nel tempo, va aggiornata e soprattutto va offerta assistenza ai clienti. Siete in grado di farlo?

Il vostro business non è ancora pronto ad avere un’app

Non necessariamente un sito deve avere la versione portable: il vostro portale di informazione riesce a coprire tutte le fasce orarie? La vostra assistenza clienti riesce a soddisfare tutte le richieste? Siete sicuri che il negozio di vostro padre abbia bisogno di un’applicazione per evadere tutti gli ordini del magazzino? Rispondendo a queste domande potrete capire se un’app è la cosa giusta per voi.

Non avete alcuna conoscenza di informatica

Con i servizi moderni non servono poi chissà quali competenze per mettere online, ad esempio sul Play Store di Google, un’applicazione. Tuttavia per riuscire a gestire completamente ed efficientemente il proprio prodotto è consigliabile almeno avere delle basi. Sapere cos’è un hosting, saper registrare correttamente un dominio e conoscere i più importanti strumenti messi a disposizione da Google come Analytics. In sintesi il suggerimento è: studiate!

Non avete un piano

Ho creato l’applicazione, e poi? Ho ricevuto i primi ordini, ed ora? Come mi muovo per farmi conoscere? Tutte queste sono domande da porsi prima di cominciare. Problemi da risolvere ben prima che si manifestino concretamente. Se ancora non sapete come risolverli, creare un’app non è la cosa giusta per voi.

photo by JESHOOTS


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Postando un commento accetti la Privacy Policy