La Apple TV arriva anche in Italia. Ecco come cambierà il nostro modo di vivere.

La Apple TV rivoluzionerà il nostro modo di vivere in casa. Si prospetta un futuro nel quale non avremo più necessità del vecchio telecomando. Basterà chiedere a Siri. Come negli Stati Uniti.

“Il futuro della TV è nelle App”. A dichiararlo era stato Tim Cook, l’Amministratore Delegato di Apple.

Se poi questo nuovo dispositivo della Apple andrà a rivoluzionare completamente le periferiche presenti nelle nostre case, soltanto il tempo lo potrà dire; ma di sicuro la Apple TV rappresenta un sostanziale balzo in avanti. La sua ultima versione è disponibile ora nei negozi al prezzo di € 179 e si presenta come una scatoletta nera e compatta. Esternamente la differenza con la versione precedente si nota nello spessore e nel telecomando con accelerometro e superficie tattile, in grado di navigare sui menù e gestire le App.

apple-tv-hero-select-201510La quarta versione della Apple Tv usa il sistema operativo tvOs, evoluzione del iOs degli smartphone; si collega tramite HDMI ed esce in full HD. Se si ha a disposizione un iPhone è sufficiente attivare il bluetooh e il set-top-box acquisirà le impostazioni della rete wi-fi. Le App non sono pre installate, ma nella vetrina dello store ce ne sono più di 50, tra news, intrattenimento e videogame.

Quasi tutte le App sono gestibili direttamente da telecomando che può diventare un controller, anche se c’è la possibilità di accorpare un joypad bluetooth. Che la Apple Tv possa andare a sostituire le console di ultima generazione è però improbabile, almeno a breve termine. Nel caso di videogame con una grafica molto definita e strutture complesse, le console hanno ancora una qualità superiore, ma Cook è convinto che riuscirà comunque ad attrarre una buona parte di clienti.

Tra le App presenti nel contenuto iniziale ci sono già iTunes, Netflix, Hulu e Hbo; altre verranno aggiunte in seguito.

Alcune App acquistate precedentemente su tablet possono essere funzionanti anche su Apple Tv, dipende dagli sviluppatori. Badland o Lumino City, ad esempio, sono già compatibili. Mentre per altri i prezzi possono essere leggermente superiori.

Per il momento, almeno in Italia, non sono disponibili i comandi vocali, mentre negli Stati Uniti è possibile chiedere a Siri i contenuti su diverse App, i risultati sportivi oppure riavvolgere una scena e riviverla come fosse in diretta.

L’impressione è che la Apple Tv sia stata designata principalmente per l’intrattenimento, almeno per ora, ma le evoluzioni future potranno dare a questo dispositivo un ruolo molto più completo.


Pronto App Facile – Creare App con semplicità

 


Recommended Posts

7 Febbraio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Postando un commento accetti la Privacy Policy